Quante volte hai sentito parlare di prestito finalizzato e prestito non finalizzato prima di richiedere un finanziamento?

Saperli distinguere è molto importante, dato che la loro principale differenza è è legata all'importo che si riceve: se si ottiene un prestito finalizzato, si può utilizzare quella somma solo per uno scopo specifico; mentre, per un prestito non finalizzato si avrà massima libertà di scelta.

Vediamoli più nel dettaglio qui sotto:

Che significa prestito non finalizzato?

Un prestito non finalizzato si riferisce al credito e al consumo, rilasciato direttamente ai richiedenti senza restrizioni sull'uso del denaro.

Questi prestiti sono la soluzione perfetta per chi desidera la massima indipendenza finanziaria o bancaria. In questa categoria, troviamo chi utilizza il credito per le più diverse esigenze: dalla ristrutturazione domestica alle spese straordinarie per lo studio, per le vacanze, trasloco o cura della persona.

Un'altra caratteristica da tenere a mente è che un prestito non finalizzato è un prodotto che viene concesso direttamente a un individuo, in cui il richiedente diventa debitore di istituti finanziari e banche. Non ci sono intermediari e non sono richieste garanzie.

Il prestito non finalizzato più conosciuto e utilizzato (e, in molti casi anche il più conveniente), è la cessione del quinto. Con questo strumento, puoi persino ottenere una somma significativa in un periodo di tempo molto breve.

Soprattutto se sei un dipendente statale con agevolazioni NoiPA: i pagamenti rateali vengono prelevati direttamente dalla busta paga.

Anche il prestito personale rientra nella categoria dei prestiti non finalizzati e lo stesso vale per la doppia cessione del quinto. In tutti questi casi i fondi vanno direttamente sul conto corrente e non vi è alcun obbligo di provare gli addebiti.

prestito non finalizzato

Cosa è un prestito finalizzato?

In questo caso, ci si riferisce a prestiti che vengono erogati solo quando la somma in denaro viene utilizzata per uno scopo specifico.

Pertanto, il credito di liquidità non è a favore del debitore, ma a favore dell'impresa o ente che deve fornire i beni o servizi.

Questo può sembrare un limite, ma una cosa va sottolineata: a causa di questa rigidità, i prestiti finalizzati sono generalmente facili e veloci da ottenere e non richiedono molte garanzie.

Inoltre, i tassi di interesse sono interessanti e decisamente convenienti.

Anche se non è un prestito, ricorda che l'anticipo (e quindi la liquidazione) del TFR/TFS è finalizzato. Pertanto, è possibile richiederlo solo per l’acquisto prima casa, per spese mediche o di formazione.

Meglio un prestito finalizzato o non finalizzato?

Ovviamente, la scelta dipende dalle tue esigenze. In linea di base, si può presupporre che sia meglio concentrarsi sui prestiti non finalizzati poiché offrono la massima flessibilità e indipendenza.

I prestiti non finalizzati come la Cessione del Quinto, invece, potrebbero essere la soluzione giusta soprattutto per dipendenti statali e pubblici, poiché hanno un percorso abbastanza semplice.

Tutto ciò che serve è avere una busta paga, sottoscrivere un'assicurazione per perdita del lavoro e di fine vita – obbligatorie tra l’altro- e si potrà ottenere il credito velocemente. E’ proprio questo l'obiettivo di molti clienti che cercano un prestito veloce.

Sai qual è il prestito migliore per te?

Un prestito che soddisfi le tue richieste!

Prestito personale: cosa serve per ottenere un prestito Unicredit?

Un prestito personale è una tipologia di credito che prevede un finanziamento di un determinato importo, da rimborsare a rate secondo un piano di pagamento.

È una forma di credito ai consumatori non finalizzata se si fa domanda per esigenze personali legate alla vita privata e familiare (come l'acquisto di un'auto, la TV, i corsi di formazione o la necessità di contanti).

Per quanto riguarda Unicredit, i prestiti offerti sono:

  • CreditExpress Dynamic: puoi richiedere fino a € 75.000 per eseguire il tuo progetto e fino a € 100.000 per rinnovare la tua proprietà.

L'importo minimo applicabile è di 3.000 euro e l'importo massimo è di 100.000 euro

  • CreditExpress Compact: consente di consolidare il debito unendo i prestiti di altre banche e istituzioni finanziarie in un'unica rata.

L'importo minimo che può essere applicato è di 3.000 euro e l'importo massimo è di 50.000 euro.

Nell'ambito di alcune direttive e regole generali stabilite dalle banche italiane, ogni istituto finanziario applica criteri specifici per valutare le richieste di prestito personale.

Per richiedere un prestito personale Unicredit, è necessario possedere alcuni requisiti specifici:

Età: Può richiedere un prestito personale Unicredit chiunque abbia un'età compresa tra i 18 e i 70 anni. Tieni presente che i limiti di età possono variare in fase di verifica del credito (il limite massimo di età è sempre a discrezione del prestatore)

prestito non finalizzato

Capacità di reddito/rimborso: il soggetto deve avere una “capacità di rimborso” per dimostrare che è possibile ripagare il prestito e, quindi, essere in grado di sostenere le rate mensili nonostante gli impegni quotidiani (affitto, bollette, altri finanziamenti in corso). La “capacità di rimborso” deve essere dimostrata con una prova del reddito, ovvero:

  • Busta paga e CUD (in caso di dipendenti);
  • Dichiarazione dei redditi per lavoratori autonomi o professionisti;
  • Cedolino della pensione (nel caso dei pensionati).

In assenza di questi requisiti, si può fare affidamento ad un garante che medi per il cliente.

Merito creditizio: bisogna essere finanziariamente solidi, quindi non essere schedati nel registro dei cattivi pagatori.

Prestito Unicredit con cessione del quinto

Nel caso della Cessione del Quinto, i prestiti Unicredit prevedono che:

Il pagamento della rata non può superare 1/5 della retribuzione mensile o della pensione. La sua durata può variare da un minimo di 24 mesi ad un massimo di 120 mesi. I rimborsi verranno automaticamente effettuati sulla busta paga.

I requisiti per i dipendenti pubblici sono:

  • Vivere in Italia e avere un'età compresa tra i 18 e i 65 anni
  • Avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche part-time
  • Avere la documentazione del tuo stipendio (ultimo stipendio e CUD)

Alcune società finanziarie offrono i prestiti con cessione del quinto anche a funzionari pubblici con contratto a tempo determinato, purché il debito sia pagato prima della scadenza del contratto di lavoro.

Per i dipendenti privati, invece, i requisiti sono:

  • Vivere in Italia e avere un'età compresa tra i 18 e i 65 anni
  • Lavorare a tempo indeterminato da almeno sei mesi (garanzia TFR)
  • Lavorare in un'azienda con più di 5 dipendenti e un capitale sociale di almeno 30.000 euro
  • Documentazione personale del proprio stipendio (ultimo paga e CUD).

Per i pensionati i requisiti sono:

  • Avere la residenza in Italia
  • Avere una pensione di lavoro superiore alla soglia minima di sopravvivenza
  • Il piano di ammortamento del prestito deve scadere all'età di 85 anni (varia in base alla banca)
  • Fornire documenti anagrafici, cedolino pensione e CUD.

Preventivo GRATUITO Cessione del Quinto?

Chiedi a Finanziarie Specializzate!

Quando Agos non accetta finanziamento?

Generalmente, la richiesta di prestito non viene accolta nelle seguenti circostanze:

  • Si è segnalati nell'elenco dei cattivi pagatori (Crif, Experian o CTC) per ritardi di pagamento su altri prestiti, carte di credito o mutui.
  • Quando il soggetto risulta non censito.
  • Troppi debiti (sono in corso molti prestiti rateali, anche con rimborsi regolari)
  • Quando ci si è recentemente indebitati (chi ha preso un altro prestito in meno di 10/12 mesi)
  • Essere stato garante di un prestito non pagato
  • Di recente sono state avanzate richieste di prestito ad altre istituzioni (anche senza successo; questo è spesso il caso di persone che inoltrano più richieste online).
  • Reddito insufficiente (meno di 750 euro al mese)
  • Nessun reddito mensile stabile (lavoro temporaneo, a tempo determinato, nessun reddito).

Pertanto, dopo aver ricevuto un rifiuto da parte di Agos, sarebbe necessario:

  • Valutare se hai la corretta garanzia personale o reddito
  • Utilizzare la visura CRIF per verificare se sei stato segnalato come cattivo pagatore
  • Verificare se è stata compilata e inviata correttamente la domanda
  • Contattare un consulente Agos per conoscere il motivo del rifiuto

A seconda del motivo della domanda rifiutata possono essere presi gli opportuni provvedimenti.

Sai qual è il prestito migliore per te?

Un prestito che soddisfi le tue richieste!

Younited Banner728x90
Wallester 375x200 IT
Banner728x90

Hai pensato a cosa potrai realizzare con il finanziamento che otterrai?

KreditiWeb Prestiti Phones
Close