conto corrente per minorenni e giovani

Quale conto corrente per minori scegliere?

Quale conto corrente per minori scegliere?

oppure:

Dove è appropriato aprire un conto corrente per minorenni?

Queste sono alcune delle domande che potreste porvi mentre pensate a come insegnare a vostro figlio a gestire i propri risparmi.

Siete alla ricerca di un conto corrente per minori che sia vantaggioso per vostro figlio o figlia?

conto corrente per minorenni
conto corrente per giovani – photo by pexels

Anche i bambini e gli adolescenti, se soddisfano alcuni requisiti, possono sottoscrivere un contratto di conto corrente che dia loro accesso al proprio portafoglio, ai soldi risparmiati di regali e paghette e, perché no, anche a una carta di credito per qualche acquisto.

Non è possibile che un minorenne apra da solo un conto corrente, infatti un conto corrente, anche se per minori, é un prodotto complicato in termini di gestione e di operazioni.

Quindi può essere aperto solo da un adulto.

Ma ci chiediamo: come si apre un conto per un minore?

Ecco cosa c’è da sapere.

A tutti gli effetti, come nel caso di un conto corrente per adulti, un adolescente che non ha raggiunto la maggiore età potrà tenere un conto corrente in cui potrà ottenere anticipi di denaro, effettuare bonifici o prelevare denaro presso qualsiasi sportello bancario.

Il conto corrente per minori è uno strumento ideato dalle banche che consente di aprire un conto economico, dando a chi non ha ancora compiuto 18 anni l’opportunità di gestire il denaro come farebbero gli adulti.

Con questo tipo di conto, si può richiedere un finanziamento per minorenni e si può avere un conto corrente familiare separato, facendo in modo che il bambino o l’adolescente si ritrovi più grande, con un bel gruzzoletto da mettere da parte.

Il vantaggio è la quasi totale eliminazione delle commissioni e la possibilità di effettuare transazioni bancarie senza spese.

Si consiglia inoltre di verificare quali sono le soglie fissate dall’istituto finanziario con cui si sta aprendo il conto, nonché di configurare i controlli parentali.

Un conto corrente per bambini/adolescenti è un tipo di strumento messo a disposizione di persone che hanno 12 anni o più.

Tipologie di conti per minori

Vediamo una panoramica delle tipologie di conti per poterci orientare

Conti di risparmio:

Lo Stato garantisce tassi variabili: l’importo depositato in questi ultimi guadagna dall’1% al 2,50%.

Non sono previste spese di gestione o di costituzione.

Conti di deposito:

Si dividono in liberi e vincolati. Nel primo caso, il capitale di un conto non ha restrizioni e può essere ritirato in qualsiasi momento. Nel secondo caso, il denaro può essere ritirato solo dopo un certo periodo di tempo.

Conti correnti tradizionali:

Le operazioni bancarie sono (quasi) identiche a quelle di un conto aperto da un adulto.

Potrete inviare e ricevere denaro tramite un IBAN, prelevare da uno sportello automatico ed effettuare pagamenti su qualsiasi transazione nazionale. L’unica differenza con i conti correnti standard è che quelli destinati ai bambini non potranno effettuare pagamenti differiti o ricorrenti.

Carte conto:

Pur trattandosi di carte prepagate, abbiamo ritenuto necessario includerle nella categoria riservata ai minori perché le loro caratteristiche sono quasi identiche a quelle dei conti correnti. Le uniche “restrizioni” sono che si può utilizzare il credito solo all’interno della carta.

conto corrente per minorenni e giovani
conto corrente per minorenni e giovani – photo by pexels

Età minima necessaria per aprire un conto corrente per minori

Come si può notare, l’età minima per aprire un conto corrente è compresa tra i 13 e i 17 anni. Al di sotto dei tredici anni, pur esistendo tipi di “conti”, essi consentono attività limitate. Un conto corrente per bambini e ragazzi deve essere distinto in base alle operazioni bancarie consentite.

Esiste un conto corrente per minori senza canone?

In genere i conti correnti per minori sono di base a zero spese. Si rinuncia a tutte le spese e ai costi amministrativi, soprattutto se si richiede un conto online. Questo perché le pratiche burocratiche non richiedono la stessa quantità di complicazioni o perdite di tempo che si verificano allo sportello bancario.

Quando si apre un conto, è bene valutare attentamente tutti i termini e le condizioni previsti per questo tipo specifico.

Per attirare i clienti, molti istituti di credito offrono incentivi (per i primi mesi) attraverso promozioni, iscrizioni e omaggi.

Se i conti correnti a zero spese vi hanno distratto, probabilmente vi starete chiedendo quali sono i requisiti bancari per aprirne uno a nome di un minore.

Cosa serve per aprire un conto corrente per minori?

Un documento d’identità del tutore o del genitore del minore.

Documenti che attestino la potestà genitoriale o la custodia del minore.

Potete richiedere l’apertura di un conto presso la filiale della vostra banca, oppure potete inviare i documenti richiesti online in formato PDF e poi spedirli per posta.

Cercate il miglior conto corrente per bambini o adolescenti?

Abbiamo messo insieme una tabella che raggruppa numerose banche e istituti finanziari a cui potete rivolgervi, sia online che nella filiale della vostra città.

Ecco alcune proposte di conto corrente per minori online:

  • Hipe – HYPE per minorenni é il conto corrente per minori di Banca Sella, banca Italiana con una lunga storia. Non ha costi iniziali, non ha costi annuali, non ha costi di bonifico o prelievo, e il massimo di deposito é 7500 €. Ha una carta prepagata collegata con ricariche gratuite. Gestibile da App online e Internet Banking. Decisamente uno dei migliori conti correnti per minori.
  • Tinaba – Tinaba under 18 é il conto corrente per minori di Banca Profilo, banca Italiana. Non ha costi iniziali, non ha costi annuali, non ha costi di bonifico o prelievo (per i primi 24 all’anno), e il massimo di deposito é 12.500 €. Ha una carta prepagata collegata con ricariche gratuite. Gestibile da App online e Internet Banking. Permette il parental control. Altra ottima scelta di conto corrente per minori.
  • Webank – PRevede un conto a zero spese. WeBank é di Banco BPM quindi una ottima banca italiana. Offre l’home banking, zero spese, bancomat, una carta prepagata e carta di credito; Non ha limiti di deposito.

Conto corrente per minori proposto da banche fisiche:

  • Unicredit – Genius bimbi è per i bambini fino a 12 anni, mentre Genius teen è per chi ne ha tra 13 e 17. Entrambi hanno operazioni illimitate, carta di debito prepagata, diversi sconti, prelievi gratuiti e molto altro; tra le funzionalità sono previste: effettuare versamenti, prelevare contante, effettuare bonifici.
  • Intesa SanPaolo – XME è un conto corrente per minori che ha il parental control. Anche se il titolare può fare tutte le operazioni, il genitore può mettere dei limiti proprio come sul cellulare. Interessante la funzione del salvadanaio virtuale e quella del servizio paghetta, ma anche My Key, un servizio che aiuta a monitorare le operazioni; non ha costi iniziali, non ha costi annuali, non ha costi di bonifico ma prevede 2 € per ogni prelievo, e il massimo di deposito é 20.000 €.
  • UBI – anche qui un conto senza spese e con prelievi gratuiti, oltre a una carta debito e una prepagata.
  • BNL – ha un conto corrente per minori senza alcun costo di attivazione né mensile, anche le operazioni sono gratuite ed è possibile mettere dei limite ai prelievi;

Aprire un conto corrente alle figlie e ai figli è un ottimo modo per insegnare loro l’importanza del risparmio e renderli autonomi!

Conclusioni

Che si tratti di aprire un conto di risparmio (se il bambino ha meno di 13 anni) o un conto corrente (disponibile dai 13 anni fino ai 17 anni), questo potrebbe essere un passo importante per il suo futuro finanziario. Aiuterà anche lui, perché sarà in grado di gestire una quantità significativa di denaro, ma soprattutto perché si ritroverà con un gruzzolo da destinare alla sua istruzione.

Siete d’accordo con tutto ciò che abbiamo scritto?

Cosa ne pensate dell’apertura di conti correnti giovanili. Se volete confrontarvi, lasciate un commento.