Prestiti INPS dipendenti pubblici

I prestiti Inps per dipendenti pubblici sono una particolare tipologia di prestito che viene erogata dall’Inps oppure da parte di istituti di credito convenzionati con la stessa Inps e che, per questo motivo, risultano essere caratterizzati dalla presenza di tassi di interesse particolarmente agevolati per chi li richiede.

I prestiti Inps per dipendenti pubblici sono una particolare tipologia di prestito che viene erogata dall’Inps oppure da parte di istituti di credito convenzionati con la stessa Inps e che, per questo motivo, risultano essere caratterizzati dalla presenza di tassi di interesse particolarmente agevolati per chi li richiede.

Chiaramente, questa tipologia di prestito viene messa a disposizione allo scopo di poter fornire ai dipendenti pubblici un valido supporto per affrontare documentate necessità personali oppure familiari.

Trattandosi pur sempre di un prestito è bene considerare che, prima di richiederlo, vi sono delle particolari condizioni che devono essere rispettate e soprattutto, vi sono degli importanti aspetti verso i quali è necessario prestare attenzione, allo scopo di accertarsi che l’intera pratica di richiesta del prestito Inps per dipendenti statali possa andare a buon fine.

Prestiti INPS Dipendenti Pubblici

Prestiti Inps per dipendenti pubblici: chi ha la possibilità di richiederli?

I prestiti Inps per dipendenti pubblici, come afferma il termine stesso, possono essere richiesti da tutti quei dipendenti pubblici e da tutti quei pensionati che sono iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, nonché da tutto il personale di Poste Italiane SpA.

Nella categoria dei dipendenti pubblici, ovviamente, vi rientrano anche gli insegnanti e i direttori scolastici a tempo indeterminato e facenti parte di tutte le scuole statali primarie oppure della scuola dell’infanzia che, al momento della richiesta siano in ancora in servizio oppure a riposo da massimo due anni.

Bisogna precisare che i beneficiari dei prestiti Inps per dipendenti pubblici non sono esclusivamente le categorie sopracitate, in quanto il numero di italiani di cui può beneficiare dei prestiti Inps risulta essere molto più elevato.

Nello specifico, al momento della richiesta è bene valutare con attenzione alcune condizioni, in modo tale da poter comprendere con facilità quale tipologia di prestito può essere richiesta a seconda della situazione nella quale ci si ritrova.

Prestiti Inpdap Inps per dipendenti pubblici: come funzionano nello specifico

I prestiti Inps per dipendenti, una volta richiesti ed erogati sono caratterizzati da una particolare tipologia di funzionamento.

In linea generale, il prestito dipendenti Inps possono avere una durata quinquennale (per un totale massimo di 60 rate mensili) oppure decennale (per un totale massimo di 120 rate mensili), di cui il rimborso della prima rata viene trattenuta a partire dal secondo mese successivo a quello di erogazione della somma.

Le rate mensili, inoltre, vengono trattenute in basta paga fino a conclusione del piano di ammortamento ed è per questo motivo che la modalità di rimborso di un prestito Inps per dipendenti pubblici è la stessa prevista dalla cessione del quinto per dipendenti pubblici.

Quali sono i principali vantaggi di un prestito Inps per dipendenti statali

I vantaggi di accedere ad un prestito Inps per dipendenti statali sono davvero molti.

Infatti, rappresentano dei veri e propri finanziamenti agevolati e per questo motivo vengono spesso richiesti, in quanto risultano essere estremamente convenienti.

Fatta questa premessa, è di fondamentale importanza precisare che i principali vantaggi dei prestiti Inps per dipendenti pubblici vanno ricercati soprattutto nei tassi di interesse di questi ultimi, i quali generalmente risultano essere pari alla metà dei normali tassi di interesse che è possibile trovare per un normale prestito personale rivolto ai privati.

Inoltre, molto spesso non bisogna dimenticare il fatto che la restituzione del denaro che è stato concesso avviene tramite la cessione del quinto, attraverso il quale, l’importo della rata viene proporzionato in base a quello che è il proprio reddito.

Un altro aspetto che li rende estremamente vantaggiosi è anche legato al fatto che i prestiti Inpdap possono essere richiesti anche da tutti quei soggetti che, a causa di differenti motivi, sono stati inseriti all’interno della lista dei protesti.

In generale, è possibile affermare che per tutti coloro che hanno la possibilità di accedere a questa tipologia di prestito, i vantaggi sono sicuramente evidenti e per questo motivo, sono da preferire rispetto ad una normale tipologia di prestito personale.

Prestiti INPS Dipendenti Pubblici

Prestito Inps per dipendenti statali: quante tipologie di prestito esistono?

Per quanto riguarda i prestiti Inpdap erogati dall’Inps oppure dagli istituti di credito convenzionati con la stessa Inps, vediamo che questi possono essere fondamentalmente suddivisi in tre differenti categorie: i piccoli prestiti, i prestiti pluriennali diretti ed i prestiti pluriennale garantiti.

Ogni dipendente pubblico, a seconda di quelle che sono le singole necessità, ha la possibilità di accedere alla tipologia di prestito che maggiormente preferisce.

Chiaramente, è bene specificare che a seconda della tipologia di prestito che si ha intenzione di richiedere, le condizioni andranno a variare e proprio per questo motivo, il consiglio principale è certamente quello di rivolgersi ad un professionista nel settore oppure all’ente specifico, in modo tale da poter ottenere tutte le informazioni di cui si ha bisogno e avviare, in tempi brevi, la pratica di richiesta.

Infatti, un aspetto molto importante da precisare consiste proprio nel fatto che, a seconda della tipologia di prestito che si ha intenzione di richiedere, cambiano le condizioni richieste: la mancanza di tali condizioni, ovviamente, esclude il soggetto in questione dalla possibilità di poter richiedere la somma di denaro di cui si ha bisogno.

Come richiedere un prestito Inps per dipendenti statali

Per quanto riguarda la richiesta, fondamentalmente vi è da dire che la modalità di richiesta di un prestito Inps per dipendenti statali tende a variare fondamentalmente a seconda della tipologia di prestito.

Il consiglio principale è sempre quello di rivolgersi all’Istituto, in modo tale da poter ottenere tutte quelle che sono le informazioni necessarie, per poter avviare l’intera pratica.

Solitamente è estremamente semplice e può essere avviata anche da casa propria, con l’aiuto di un consulente dedicato.

In ogni caso, rivolgendosi a professionisti esperti nel settore oppure all’ente stesso, sarà possibile avere tutte le informazioni necessarie per poter avviare l’intera pratica e dunque, poter accedere alla modalità di prestito di maggiore interesse.